Dopo il successo della prima edizione dello scorso anno, il 25/26/27 maggio torna la Fiera di San Michele Arcangelo, un trade union tra i vecchi mestieri del passato e la riscoperta del valore dell’agricoltura nel mondo di oggi.

La “Piana di Talacchio” si appresta ad ospitare, per tre giornate consecutive, convegni, dimostrazioni agricole, espositori, laboratori per bambini e i prodotti tipici (e buoni!) delle nostre terre.

Ma anche serate con balli ed orchestre, pet therapy con asini e una cena di gala con gli elaborati degli allievi e dello chef della Locanda Montelippo, prevista per giovedì 24 maggio.

Tra i convegni troviamo “I grani antichi come opportunità di reddito in agricoltura” e “La via dell’acqua: il Fiume Foglia, da problema a risorsa”.

La Fiera di San Michele Arcangelo sarà anche il palcoscenico per trovare prodotti provenienti dalle Regioni d’Italia ed anche un “Salone della Terra”, dove scoprire funghi e tartufi.

Verranno coinvolte anche le scuole primarie, che parteciperanno a giochi e sfide avvincenti con conseguente premiazione, e le scuole superiori, interessate alla ricerca di nuove applicazioni tecnologiche in ambito naturalistico, come il ruolo dei droni nell’agricoltura e la lotta contro gli insetti inutili.

Anche le associazioni del territorio saranno presenti all’evento per dimostrare la loro opera ed il loro attaccamento al territorio.

Musica itineranti, allevamenti di cani ed animali da compagnia, mostre fotografiche e proiezioni video faranno da cornice a questa splendida iniziativa.